Che importanza ha, in questo momento, la partita con il Catania?

La partita con il Catania è importante come sono importanti tutte le gare. Ogni partita è fondamentale nell’economia del campionato.

Questa settimana vi ha permesso di recuperare un po’ di energie?

Sicuramente poter lavorare nella settimana tipo ci ha permesso di recuperare energie fisiche e mentali, era importante dopo una gara dispendiosa come quella contro la Juve Stabia.

Probabilmente molto si deciderà a centrocampo. Che partita si aspetta?

Mi aspetto una gara difficile, il Catania è una squadra forte, che naviga sempre tra le prime posizioni. Sarà una partita molto complicata, noi certamente andremo li cercando come sempre di essere noi stessi e ottenere un buon risultato.

A Catania c’è un tabù da sfatare, la Virtus non ha mai vinto al Massimino e si va con una grande voglia di riscatto dopo la sconfitta casalinga con la Juve Stabia.

Al di là dei tabù andiamo ad affrontare una squadra importante, costruita per vincere, su un campo che per noi in passato non è mai stato fortunato anche in virtù di arbitraggi non all’altezza. Spero vivamente sabato di incontrare un arbitro con personalità. Noi sicuramente abbiamo voglia di riscattarci perché l’ultima prestazione è stata meno brillante delle altre ma dobbiamo restare concentrati e sul pezzo, affronteremo il Catania, una grande squadra, non una squadra qualsiasi.