Una giornata indimenticabile. Credetemi, è difficile raccontare l’ altalena di emozioni vissute dal gruppo degli Under 17 e dal sottoscritto domenica a Matera. Ma, provando a ragionare con lucidità, credo che “giornata indimenticabile” sia la sintesi ideale per quanto realizzato da questa squadra. 1-3 finale e gioia incontenibile per il raggiungimento di una storica qualificazione ai Playoff Nazionali.

Venendo, come di consueto, ai fatti della partita, l’atteggiamento ad inizio gara dei padroni di casa è chiaro, ed è quello di chi vuole vendere cara la pelle; già al primo minuto Vaglica è chiamato in causa da un bel tiro del rognoso Colucci, ottima la prova del 9 lucano, che costringe il nostro numero uno alla deviazione in angolo. La risposta dei biancazzurri è immediata; bello lo scambio tra Sozzo e Pavone sulla destra, palla bassa in area per lo smarcato Lentini che calcia di prima intenzione, bravo Ciarfaglia a bloccare con sicurezza il tiro.

La Virtus appare tutto sommato tesa; il risultato del Siracusa costringe alla vittoria i ragazzi di Mister Orlandini che devono assolutamente trovare i tre punti per raggiungere i playoff. Al 3′ spiove una palla pericolosa in area, per poco Cornacchia non la impatta verso la porta da posizione ottimale. Due minuti dopo la punta del Matera coglie il palo difeso da Vaglica da posizione molto defilata con un diagonale forte e preciso.

I padroni di casa sfruttano il fattore campo giocando con leggerezza e senza nulla da perdere. Dopo il primo quarto d’ora di stallo, i biancazzurri provano a colpire l’avversario spingendosi in avanti alla ricerca del vantaggio. Al 15′ ancora un ottimo fraseggio Sozzo-Pavone, mette nelle condizioni il primo di calciare da dentro l’area, piatto destro basso e angolato sul quale Ciarfaglia è attento bloccando la sfera. Un minuto dopo ancora Sozzo e Pavone confezionano per Lentini, ma il diagonale del giocatore biancazzurro termina sul fondo. Al 19′ Massagli inventa per Belardi che si trova solo davanti a Ciarfaglia, ma per l’assistente è in fuorigioco.

Al 25′ discesa di Cornacchia sulla destra e servizio in area per De Duro che colpisce la sfera, ma il tiro è fuori misura. Massagli al 29′ ci prova dalla distanza, ma il tiro è velleitario e si spegne sul fondo. Cornacchia al 32′ va anche in rete, ma sul servizio di Colucci la punta lucana è giudicata in offside. Al 37′ Berardi impegna severamente Vaglica, attento a respingere il tiro da fuori del mediano del Matera; sulla ripartenza, bella discesa di Belardi e forte conclusione del giocatore biancazzurro che trova l’opposizione di Ciarfaglia che respinge a lato sventando la minaccia.

Il primo tempo termina con l’impressione che la Virtus non riesca ad imporre quella superiorità sull’ avversario che la classifica in realtà recita chiaramente. La ripresa, anzi, parte ancora con Vaglica protagonista di una grande parata sul tiro di Cornacchia, palla in calcio d’angolo; sugli sviluppi del corner Calogiuri anticipa tutti di testa, ma la sua conclusione termina fuori. Un minuto dopo ancora bravo Cornacchia a liberarsi in area per il tiro, Vaglica si stende a terra e respinge con i pugni.

Orlandini prova a scuotere i suoi mettendo dentro Palmisani per Sozzo; ma al 49′ è il direttore di gara a scuotere la gara; Cavaliere, schierato a destra per l’ assenza di De Martino, porta palla al piede ed entra in area, supera un avversario, disorienta il secondo che interviene fuori tempo sulle gambe del giocatore biancazzurro che finisce a terra sotto gli occhi dell’ assistente; calcio di punizione indiretto comandato dal direttore di gara che ammonisce Cavaliere per simulazione; la reazione della panchina è di stupore e sfocia in un disappunto composto, sugli spalti i sostenitori biancazzurri protestano invece con molta meno diplomazia contro l’assurda decisione. Al 52′ ancora Cavaliere mette una palla interessante in mezzo sulla quale Palmisani viene anticipato di un soffio prima della battuta a rete. Ma proprio nel momento di maggior forcing dei biancazzurri, arriva la doccia fredda. Cornacchia vola sulla sinistra, palla in area che taglia fuori i nostri ragazzi e Colucci arriva sul secondo palo a depositare la palla in rete per il vantaggio del Matera.

Lo sconforto inizia a serpeggiare in panchina e sugli spalti, ma Orlandini è lucido e decide subito di correre ai ripari inserendo Giannotti per Lentini, con l’obiettivo di dare maggior peso all’ attacco. L’unica risposta dei biancazzurri arriva al 59′ con un tiro da fuori del sempre generoso Cavaliere che viene bloccato senza problemi da Ciarfaglia.

Poi più nulla fino a 15′ minuti dal termine. Punizione come tante fischiata sulla 3/4 offensiva della Virtus, il solito Massagli ad incaricarsi della battuta; come al solito, il piede del numero 8 biancazzurro calibra una palla deliziosa in area, Cavalieri dimostra una volta tanto di essere meritatamente capitano di questa squadra e svetta più in alto di tutti, colpendo di testa in torsione la palla che si infila in rete a ridosso dell’ angolo sinistro della porta difesa dall’ incolpevole Ciarfaglia: 1-1 e lo sconforto lascia all’ improvviso spazio alla speranza che si riaccende viva sia in campo che sugli spalti.

Quello che accade da li a 60 secondi ha quasi dell’ incredibile; il Matera riprende il gioco, bravi i mediani biancazzurri a recuperar palla ed a verticalizzare subito per Pavone che entra in area dalla destra, si libera in velocità del difensore per tirare in porta e conclusione carica di potenza, rabbia, voglia di vincere e sospinta con gli occhi e con il cuore dalla panchina e dai sostenitori, che trafigge Ciarfaglia per il vantaggio biancazzurro.

Impossibile descrivere la gioia in campo e fuori; in due minuti la Virtus passa dall’ essere fuori dai giochi a prepotente seconda in classifica, riacciuffando una partita che sembrava addirittura persa. Ora quei minuti rimasti prima della fine di gara, diventano improvvisamente un’ infinità.

Al 68′, giusto per rendere tutto ancora più incerto e in bilico, ci si mette in mezzo anche un episodio di mancato fair-play che vede protagonista Pavone, dolorante a terra per una brutta caduta in area e portato fuori in barella (gli subentra D’ Andria), che scalda gli animi dei giocatori in campo e degli spettatori sugli spalti. Futile e di poco interesse raccontare di certe dinamiche, quello che va riportato è che Virtus e Matera si ritrovano a giocare gli ultimi 10 minuti in 9 contro 9 per gli allontanamenti di Giannotti, Padalino, Fiore e Zumpano.

Orlandini ha ora abbassato il baricentro della squadra per difendere il punteggio, provando a sfruttare le ripartenze; al 73′ è Palmisani a provare ad andar via in contropiede ma il centravanti biancazzurro viene anticipato poco prima di andare al tiro a ridosso dell’ area lucana. Il Matera tiene palla ma non affonda con efficacia nel fortino della nostra difesa. L’arbitro comanda sette minuti di recupero; nel primo di questi Cantore viene lanciato splendidamente verso la porta, tocco sotto ed è bravissimo Ciarfaglia in uscita a toccare la sfera e a deviarla in angolo.

Ma all’ 83 la Virtus chiude definitivamente i conti. E’ intelligente Massagli a tener palla all’ altezza della bandierina del corner, gesto tecnico a liberarsi di due difensori e tiro basso sul palo più lontano difeso da Ciarfaglia, che battezza male il tiro, e vede finire la palla in rete per il 3-1 Virtus.

La panchina esplode letteralmente e la tensione svanisce definitivamente lasciando il posto ad una gioia incontenibile. Triplice fischio del direttore di gara e Virtus tra le prime 16 d’ Italia.

Risultato fantastico per questo gruppo di lavoro, partiti come matricole del torneo con l’obiettivo di fare esperienza in questo campionato e cercando di non arrivare in fondo alla classifica. Encomiabili i ragazzi, veri atleti che hanno dimostrato serietà, dedizione e spirito di sacrificio per tutta la durata della stagione. Importantissima la mano di Gigi Orlandini che, dall’ alto della sua esperienza maturata in campo e fuori, ha saputo tirar fuori con maestria il meglio da ogni giocatore di questo gruppo, grazie anche al lavoro di uno staff perfetto, competente e professionale sotto tutti i punti di vista. Complimenti per il clamoroso risultato ed ora testa all’ avversario degli Ottavi di Finale che si conoscerà presumibilmente con certezza nella giornata di Mercoledì.

 

Tabellino Gara

 

Virtus Francavilla Calcio : Vaglica, Cavaliere, Laneve, Cantore, Cavalieri, Padalino, Lentini (Giannotti), Massagli, Pavone (D’ Andria), Sozzo (Palmisani), Belardi. A disposizione Lacirignola, Zegarelli, Ricchiuti, Lomartire, Rizzo. All. Gigi ORLANDINI

Matera : Ciarfaglia, Zumpano, Caffò, Labalestra, Fiore, Calogiuri, De Duro, Pellegrino, Colucci, Berardi, Cornacchia. A disposizione Sportelli, Cianciotta, Mosca, Giuga, Cuomo, Cappiello, Sciandivasci, Matera, Perrucci. All. Francesco NOTARISTEFANO

 

Reti : 54′ Colucci (MA), 64′ Cavalieri (VF), 65′ Pavone(VF), 80+3′ Massagli (VF)

 

fonte : ilcalcioonline.it