Finalmente la vittoria. La Berretti torna al successo superando per 2-1 il Foggia in una partita condotta dai biancazzurri ma con il risultato in bilico fino all’ ultimo minuto. Il pomeriggio è gradevole, clima non freddissimo grazie al sole che ha favorito il gioco delle squadre in campo; Virtus con qualche assenza, dentro dal primo minuto Montagnolo, Montinaro e Tedesco.

Calcio di inizio e solito palleggio delle formazioni in campo per la consueta fase di studio; entrambe le squadre hanno bisogno di punti e l’atteggiamento di entrambe sembra quello di voler far male all’ avversario. Terminata la fase di studio, inizia il monologo Virtus; i biancazzurri saranno i protagonisti di tutto il primo tempo giocando praticamente sempre nella metà campo rossonera; Tedesco al 6′ viene servito in area bene da Ruberto, ma Maffiola lo chiude prima di calciare a rete. Un minuto dopo è Montinaro a provarci con un tiro dal limite, palla di poco a lato. Venza all 8′ viene servito bene in area da Patimo, ma è fermato in fuorigioco. La Virtus ci crede, il risultato pieno sarebbe importante da cogliere, e l’atteggiamento in campo è quello della squadra che vuole ottenere il bottino pieno. Ruberto al 16′ conclude in porta dopo un’ azione concitata nell’ area foggiana, Di Foggia controlla la palla che sfila a lato. I biancazzurri arrivano spesso dalle parti del portiere foggiano che in questa fase però è attento e legge bene le iniziative avversarie anticipando molte volte i propri interventi.

Al 33′ però la Virtus passa; Venza, migliore in campo, riceve a limite dell’ area, pallone con il contagiri in area per Caporusso che controlla bene ed incrocia con decisione per il vantaggio biancazzurro.

Al 37′ primo squillo foggiano con Volpe che porta avanti bene una ripartenza rossonera, diagonale in area che trova la buonissima opposizione di Montagnolo in due tempi. Ma un minuto dopo la Virtus sciupa malamente il match-point della gara. Caporusso entra con decisione in area, la sua palla messa in mezzo incrocia il braccio di un difensore foggiano e per l’arbitro non ci sono dubbi: calcio di rigore. Lo stesso Caporusso si incarica della battuta, ma la sua conclusione è respinta da Di Foggia che mantiene ancora in gara i padroni di casa.

La Virtus però macina ancora gioco; l’asse è sempre Venza – Montinaro; il cross di quest’ ultimo è intercettato di testa da Caporusso che mette al 41′ di poco a lato. L’ ultimo tentativo del primo tempo è a firma del sempre convincente Ruberto che conclude da fuori mettendo in difficoltà Di Foggia che si salva in angolo. Termina così, con un po’ di amaro in bocca, un primo tempo positivo per il risultato, ma che avrebbe potuto essere ancora più positivo per quanto prodotto e non concretizzato.

Il secondo tempo si apre nel peggiore dei modi; quasi a punire, infatti, i biancazzurri arriva dopo appena 3 minuti il gol del pari con Grasso che, liberatosi in area, prima costringe Montagnolo ad una bella parata, poi trafigge il nostro estremo difensore, finito a terra sulla ribattuta; 1-1 e gli sforzi ed il bel gioco del primo tempo sembrano andati in fumo.
Qualche minuto per riprendersi dallo shock subito e la Virtus riprende l’iniziativa del gioco. Lo fa soprattutto con Venza, splendido collante tra centrocampo e attacco biancazzurro, che al 62′ va vicino al nuovo vantaggio con un forte tiro dai 25 metri terminato di poco fuori. Calabrese mette dentro Martena per Montinaro e la punta ruba subito un pallone al 63′, quasi a  ridosso dell’ area foggiana, ma la sua conclusione finisce sull’ esterno della rete. Il Foggia non molla e anzi riparte pericolosamente un paio di volte verso la nostra difesa senza fortunatamente però riuscire a concludere in porta.

Al 67′ arriva il gol partita; la firma, meritata lasciateci dire, è di Miccoli che da calcio d’angolo svetta di testa in area con palla che finisce nell’ angolo sinistro della porta di Di Foggia. I padroni di casa non riescono a rispondere in maniera convincente, merito di una buona Virtus. Al 76′ Martena ha l’occasione per chiudere il match, ma è bravo in uscita Di Foggia a negargli la gioia del gol; sulla respinta il neo entrato De Iudicibus è anticipato di un soffio da un difensore foggiano. La partita si riscalda, i padroni di casa non ci stanno a perdere e si riversano nella nostra metà campo alla ricerca del pari; Calabrese fa rifiatare Caporusso, inserendo al suo posto De Vicentis. Patimo spezza la pressione rossonera al minuto 82 con una bella conclusione di esterno dal limite che esalta Di Foggia, impegnato in una bella deviazione in angolo. Negli ultimi minuti di gioco protagonista Montagnolo; prima all’ 88 risolve con autorità una mischia in area di rigore, poi al 91′ chiude bene il proprio palo su tiro di D’Agostino che sfila di poco sul fondo. Di li a poco, il triplice fischio dell’ arbitro e si possono festeggiare i tre punti per i biancazzurri.

Vittoria importantissima per i nostri ragazzi che ritornano in classifica sulla scia di Teramo e Taranto. Domenica arriva al “G.Paolo II” il Racing Roma in una partita che può proiettare i biancazzurri in posizioni di classifica molto più tranquille.

Tabellino Gara

Foggia : Di Foggia, La Manna, Giancola, Caivano, di Muro, Maffiola, Curci, Volpe, Grasso, D’Agostino, Francioso. A disposizione Lanzetta, Caruso, Vallario, Visani, Ruggieri, Russo, Morra, Schena. All. Tommaso ZINGARELLI

Virtus Francavilla Calcio : Montagnolo, Mazza, Locorotondo, Patimo, Della Corte, Miccoli, Montinaro (Martena), Caporusso (De Vicentis), Venza, Tedesco (De Iudicibus). A disposizione Lacirignola, Pulieri, Capodieci, Cristallini, Rillo.  All. Pietro CALABRESE
Reti: 33′ Caporusso (VF), 48′ Grasso (FO), 67′ Miccoli (VF)

 

fonte : ilcalcioonline.it